Perché non vinceremo l’Oscar

La prima cosa bella è il film che rappresenterà l’Italia nelle candidature al premio Oscar per il Miglior Film Straniero. La domanda che si sono fatti in America non è stata “perché il film di Paolo Virzì?”, ma “perché non è stato scelto I Am Love?” Parliamo del film di Luca Guadagnino, il ritratto impietoso di una famiglia borghese, alterato da inquietudini emotive e amori passionali, una pellicola che si colloca a metà strada tra l’estetica di Luchino Visconti e lo sviluppo da melodramma alla Rainer Verner Fassbinder. I Am Love (Io sono l’amore), unico film italiano al Sundance, ha avuto negli Stati Uniti un’ottima accoglienza della critica ed un insperato successo di pubblico, grazie anche all’interpretazione dell’attrice scozzese Tilda Swinton, già premiata con l’Oscar nel 2008 per il film Michael Clayton, e qui nel ruolo della donna russa che ha sposato il ricco industriale lombardo. Dopo tante ottime recensioni, compresa quella dell’autorevole New Yorker, ora Nymag, Deadline e molti siti specializzati, ma anche quotidiani come il Los Angeles Times, si chiedono perché l’Italia abbia snobbato I Am Love, che già aveva conquistato una dimensione internazionale e si preannunciava come uno dei favoriti. Senza voler perdere la speranza che Virzì riesca nel miracolo, e pur volendo aver fiducia nella buona fede della commissione che ha scelto il titolo Medusa, il timore è che il cinema italiano abbia perso un’altra occasione per riconquistare posizioni nel panorama internazionale, rinunciando alla possibilità concreta di vincere un Oscar che avrebbe dato grande visibilità e nuova linfa alle nostre produzioni.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Movies

3 risposte a “Perché non vinceremo l’Oscar

  1. Vince83

    Capisco il ragionamento, però li ho visti tutti e due e mi è piaciuto di più La prima cosa bella, per me alla fine la scelta non è stata male.

  2. ciao Vince, nell’articolo più che paragonare qualitativamente i due film, ho voluto per lo più discutere l’opportunità di una scelta che non ha permesso la partecipazione alla corsa agli Oscar di un film che negli USA è piaciuto molto. Nemmeno le fonti americane che ho citato hanno espresso giudizi negativi sul film di Virzì, al quale vanno comunque i miei migliori auguri.
    Tom

  3. Pingback: Un mese di MyWideWeb « My Wide Web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...