L’influenza di H.P. Lovecraft sui comics

Nel corso della West Hollywood Book Fair si è tenuto un dibattito con la partecipazione degli autori di fumetti Mike Mignola, Steve Niles e Hans Rodionoff, che hanno discusso dell’influenza esercitata da H.P. Lovecraft sugli horror comics. In particolare Hans Rodionoff, sceneggiatore della serie Lost Boys, ha ricordato il suo primo incontro col maestro, quando da piccolo, nelle serate al campeggio, sfidato da un amico di famiglia, si rannicchiò nel sacco a pelo e con l’aiuto di una torcia lesse uno dei suoi famosi racconti brevi. Fu l’inizio di una travolgente storia d’amore. Mike Mignola, l’autore di Hellboy, e Steve Niles, che ha scritto le storie di 30 Days of Night, hanno illustrato come l’esempio di Lovecraft sia stato fondamentale per le loro opere. Mignola ha evidenziato come lo scrittore di Providence abbia in un certo senso reinventato la paura, che prima aveva essenzialmente una matrice religiosa, dandole una veste mitologica, cosmica, incomprensibile e terrificante. Il lettore di oggi ha ormai acquisito una sorta di sensibilità lovecraftiana nell’approccio alle storie dell’orrore. Per Steve Niles soltanto il Richard Matheson di Io sono leggenda ha avuto un’influenza paragonabile a quella di Lovecraft, riconoscendosi in entrambi maestri quella capacità di sorprendere il lettore con situazioni troppo spaventose da immaginare. “I mostri classici” ha commentato Rodionoff “avevano regole di condotta, e anche modi nei quali poter essere uccisi, talloni di Achille. I mostri di Lovecraft no. Per lui non c’era alcuna forma di salvezza.” A quel punto Mike Mignola ha aggiunto: “La tua unica speranza con Lovecraft è che lui non si accorga di te!” Questo lo sapeva anche il nostro Dylan Dog, che più di una volta nelle sue storie ha reso omaggio al maestro del terrore.

fonte: www. comicbookresources.com

Annunci

1 Commento

Archiviato in Comics

Una risposta a “L’influenza di H.P. Lovecraft sui comics

  1. Marcello

    proprio Rodionoff qualche anno fa ha scritto con Giffen una graphic novel che immaginava la vita reale di Lovecraft

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...