White Russian, alla maniera di Drugo

Nel film Il grande Lebowski dei fratelli Coen, Jeff Bridges interpreta un simpatico ex hippie disoccupato, trasandato e afflitto da pigrizia cronica, conosciuto come il Drugo, “The Dude” nella versione originale, che quando non è impegnato a giocare a bowling o fumare marijuana, si dedica alla degustazione del suo drink preferito, il White Russian (look here). Quanto basta per far tornare di moda un cocktail che sembrava quasi dimenticato dopo il suo momento di gloria negli anni Sessanta. Di categoria after dinner, anche se, dato l’elevato apporto calorico, potremmo quasi definirlo un second dinner, il White Russian, oltre che come degna conclusione di una serata tra amici, può essere consumato in ogni momento della giornata, girando per casa in vestaglia e bermuda, proprio come farebbe Drugo. L’ingrediente principale è la Vodka, il sapore tende al dolce, con un delicato aroma di caffè e la consistenza morbida della crema di latte. Le proporzioni indicate dall’IBA (International Bartenders Association) sono, nell’ordine in cui vanno versate, 5/10 di vodka, 3/10 di liquore al caffè e 2/10 di crema di latte ben fredda, più ghiaccio, il tutto servito in un bicchiere old fashioned. Per rispettare al meglio la tradizione, dovremmo usare una vodka di nazionalità russa, e del Kahlúa, liquore messicano al caffè dal gusto deciso ma dolce, particolarmente adatto allo scopo. E’ consigliabile non sostituire la panna liquida con del semplice latte, per non alterare il sapore del risultato finale. L’origine del cocktail, nato come variante del Black Russian, dovrebbe risalire all’epoca della guerra fredda. Sarebbe stato un barman dell’Hotel Metropole di Bruxelles a prepararlo appositamente per l’ambasciatore americano, dandogli il nome di White Russian, che, in chiave storico-politica, si riferirebbe ai Russi Bianchi, termine con cui venivano definite le forze contro-rivoluzionarie e zariste all’epoca della Rivoluzione d’Ottobre. Ci sono molte varianti di questo cocktail, non solo nei dosaggi, ma anche nella modalità di preparazione. Potremmo infatti mescolare con l’apposito bastoncino la vodka e il liquore al caffè e poi montare a parte la panna, lasciandola adagiare come una montagna bianca che si scioglie lentamente sulla mistura alcolica. Se invece vogliamo prepararlo alla maniera di Drugo ci basterà mescolare il tutto fino ad ottenere un innocente color cappuccino, aggiungendo ghiaccio a volontà.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Food & Drink

2 risposte a “White Russian, alla maniera di Drugo

  1. Pingback: White Russian, il cocktail del film Il Grande Lebowski « linkaland

  2. Peppe

    Ma lo sapevi che esiste il “Dudeismo”, una religione che si ispira allo stile di vita di “The Dude”. Bisognerà convertirsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...