“L’estate di Martino” tra primi amori e surf, opera prima di Massimo Natale

La spiaggia frequentata dal quattordicenne Martino fa parte di una base della Nato e l’estate del titolo è quella del 1980. L’Italia è nel bel mezzo dei suoi anni di misteri e di stragi, ma per Martino sarà un’estate in cui crescere, in cui vivere la sua prima cotta per Silvia, la ragazza di suo fratello, e l’amicizia con un militare americano, che dividerà con lui la passione per il surf. Un film fiabesco, interessante esordio alla regia per Massimo Natale

Estate 1980. Un’estate tragica nella storia italiana, tra Ustica e la strage di Bologna. È in questo breve lasso di tempo, un mese o poco più, che si svolge la vicenda di L’estate di Martino, primo lungometraggio del regista teatrale Massimo Natale, unico film italiano in concorso nella sezione “Alice nella città” dell’ultimo Festival di Roma.  Martino (Luigi Ciardi) è un ragazzino di quattordici anni, orfano di madre… Read More

via Sentieri Selvaggi

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Movies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...