Archivi tag: animazione

Star Wars Detours, cartoni animati da una galassia molto lontana

Realizzata da George Lucas con la collaborazione di Seth Green e Matthew Senreich, Star Wars Detours è una nuova serie animata ambientata nel mondo di Star Wars. Collocata temporalmente tra gli episodi III e IV della saga cinematografica, Star Wars Detours avrà un’impostazione comedy e un tono leggero, per raccontarci la vita quotidiana in una galassia lontana lontana..

#funnyemails

George Lucas will be teaming up with ‘Robot Chicken’ creators Seth Green and Matthew Senreich to release a new comedy animated series based on the ‘Star Wars’ film franchise.

Called ‘Star Wars Detours’ the series will feature the original trilogy heroes and explore “what the daily life is like in a galaxy far, far away”, according to the producers.

‘Star Wars Detours’ will be set between the events of Episode III and Episode IV, with a completely comedic take on the ‘Star Wars’ universe.

View original post

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cartoons

Warner Bros recupera i suoi cartoni razzisti

Tra le tante novità proposte al recente New York Comic Con abbiamo anche appreso che la Warner Bros potrebbe rendere nuovamente disponibili nel suo archivio digitale i cartoons censurati delle serie Looney Toones and Merrie Melodies, che furono ritirati dalla circolazione nel lontano 1968 dalla stessa casa produttrice. Si tratta di un gruppo di undici cartoni animati, i tristemente famosi censored eleven, tutti realizzati negli anni ’30 e ’40, che si distinguono per una rappresentazione degli afroamericani infarcita di pregiudizi razziali, in alcuni casi davvero imbarazzanti. Disegnati sempre con labbroni rosei e giganti, i “boveri negri” di questi cartoni sono giocatori d’azzardo buoni a nulla, come in Sunday go to meetin’ time, ribelli scapestrati da convertire a ritmo di jazz in Clean Pastures, cannibali e selvaggi in Jungle Jitters e The Isle of Pingo Pongo o possono prendere le sembianze di una Biancaneve nera e discinta in Coal Black and de Sebben Dwarves, quest’ultimo condito con battute che prendono di mira anche gli ebrei. Il punto è che, nonostante il razzismo più bieco, questi cartoni, che negli ultimi anni sono tornati alla luce grazie a collezionisti e appassionati che li hanno recuperati e postati su youtube, sono di una qualità elevatissima, pieni di gag esilaranti accompagnate dal miglior jazz del periodo. Forse, dopo oltre 40 anni di bando, la decisione di ripubblicarli, che pure sta suscitando polemiche, potrà dare l’occasione di rivedere i censored eleven sotto una nuova luce, riconoscendone il valore artistico, e di inquadrarli nel loro contesto storico, considerandone le rappresentazioni più inappropriate come esempi di pregiudizi razziali in gran parte superati nell’America di oggi.

— fonte: salon.com

Lascia un commento

Archiviato in Cartoons

Si conclude la 21ma stagione dei Simpson

Questa sera su Italia 1 andrà in onda l’ultima puntata della 21ma stagione de I Simpson. Purtroppo, dopo il convincente episodio ispirato al film Face/Off di John Woo, con Telespalla Bob che come ogni anno ha cercato inutilmente la sua vendetta nei confronti di Bart, la puntata conclusiva costituisce un piccolo passo indietro, in linea con una stagione che ha visto parecchi alti e bassi, ma nel complesso è stata una delle migliori tra quelle più recenti. Il titolo è Judge Me Tender, codice MABF15, e fa il verso alla famosa canzone di Elvis. L’episodio è stato diretto da Steven Dean Moore e vede Boe Szyslak diventare uno dei membri della giuria di American Idol, sotto l’ala protettiva della guest star Simon Cowell. La scelta di proporre un episodio un po’ debole per il finale di stagione è probabilmente dovuto al fatto che negli Stati Uniti è stato trasmesso il 23 maggio, andando in onda in contemporanea con lo speciale Lost: The Final Journey sulla ABC, una circostanza che vi farà cogliere il riferimento della gag iniziale della lavagana.

1 Commento

Archiviato in Cartoons, Television