Archivi tag: high tech

Un ritorno al futuro hi-tech con la DeLorean da 500gb

La celebrazione dei 25 anni di Ritorno al futuro, dopo la giornata unica di proiezione al cinema, la riedizione della trilogia in Blu-Ray e il simpatico remake del trailer da parte di Michael J. Fox, ha finito per coinvolgere anche il mondo dell’informatica. Prodotta da FlashRods, arriva una fiammante DeLorean con hard disk e collegamento usb, una versione in scala 1:18 della macchina del tempo guidata da Marty McFly, al prezzo di 250 dollari e con una ‘cilindrata’ di 500gb…

A quale velocità bisogna andare per viaggiare indietro nel tempo? Facile, 88 miglia orarie. E a quanti giri al minuto? Secondo gli artigiani dell’elettronica di FlashRods la risposta è 5400. Questo almeno è quanto si può dedurre dalla loro replica in scala 1:18 della mitica Delorean di Ritorno al Futuro con hard disk da 500 Gigabyte incorporato. Il modellino corrisponde… Read More

via Geek and Chic

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Gadgets

I nuovi eBook Reader Sony

Presentati ufficialmente anche in Italia i due nuovi modelli di eBook Reader prodotti da Sony. Disponibile nei colori argento, nero e rosso, il PRS-650 ha uno schermo touchscreen e antiriflesso e-ink Pearl da 6 pollici, sul quale sfogliare le pagine con la punta delle dita, una memoria da 2gb espandibile con schede SD o Memory Stick PRO Duo ed è completo di lettore audio. Il PRS-350 ha caratteristiche simili a quelle del fratello maggiore, ma con un display da 5 pollici e non consente di leggere files musicali o espandere la memoria. Entrambi i modelli supportano i principali formati testuali, tra cui il pdf e l’ePub, contengono i dizionari monolingua inglese, sia britannico che americano, e offrono la possibilità di tradurre il testo in 5 lingue, compreso l’italiano, toccando due volte lo schermo sulla parola interessata. La batteria naturalmente potrà durare settimane con una sola ricarica, caratteristica tipica di tutti gli schermi a tecnologia e-ink. Quella di Sony potrebbe costituire una valida alternativa al Kindle di Amazon, oltre che garantire una maggiore compatibilità con i siti italiani che già hanno cominciato a vendere i libri in formato elettronico, tra cui ibs e bol, ma pensiamo anche al Biblet Store, nato dalla collaborazione tra Telecom e Mondadori, che ha suscitato molte polemiche per l’iniziale esclusione di altri editori.

Lascia un commento

Archiviato in Books, Gadgets

Trasforma l’iPod Touch in un iPhone

Per tutti quelli che per avere un iPhone non vogliono pagare il prezzo pieno o sottoscrivere onerosi contratti con gli operatori, arriva una nuova soluzione che permette, con un add-on, di trasformare gli iPod Touch in cellulari dalle molteplici funzioni. Si tratta di un case, il Peel 520, attualmente acquistabile direttamente sul sito del produttore e presto disponibile anche per la vendita al dettaglio negli Stati Uniti, che dovrebbe essere in grado di colmare il gap tecnologico tra i due dispositivi Apple, contenendo un’antenna compatibile con le reti GSM di AT&T and T-Mobile. Per gli utenti sarà necessario, oltre naturalmente ad inserire la sim card nell’apposito slot, effettuare un jailbreaking dell’iPod in modo da poter installare un’applicazione dedicata che gestirà sms, chiamate vocali e tutte le altre funzioni previste. Il Peel 520 è un accessorio attualmente incompatibile con gli iPod Touch di ultima generazione, per i quali non è ancora stato sviluppato un software di jailbreak, ma è funzionante con tutte le versioni precedenti, fino alla terza generazione con sitema operativo iOS 3.0. La Apple non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito, né ha avviato azioni legali nei confronti dei produttori. Del resto, sarebbero tutte da verificare le basi sulle quali poter bloccare la distribuzione commerciale del Peel 520, il cui prezzo di vendita al pubblico statunitense sarà di 60 dollari. La speranza, forse vana, per i consumatori non interessati direttamente a questo accessorio, è che la sua commercializzazione possa stimolare in qualche modo la Apple a rivedere il prezzo dell’iPhone.

link: http://uk.gear.ign.com/articles/112/1123768p1.html

2 commenti

Archiviato in Gadgets

Distributori automatici troppo intelligenti

Sono cinque milioni i distributori automatici installati in Giappone e vendono qualsiasi cosa, compresi ombrelli, fiori, sigarette e oracoli stampati dai templi scintoisti. Grazie al basso tasso di criminalità della società nipponica è stato possibile piazzarli praticamente ovunque, dai centri delle maggiori metropoli alle vette ghiacciate del Monte Fuji. Per non parlare del successo delle cool bananas nei distributori della stazione ferroviaria di Tokio, vendute alla non tanto modica cifra di 130 yen l’una. In un piccolo villaggio dell’isola di Okinawa, invece, ci sono distributori che contribuiscono alle ricerche naturalistiche, con microfoni che registrano il canto degli uccelli più rari. Ma nel Paese col mercato più saturo al mondo, la concorrenza tra vending machines si fa sempre più agguerrita e se c’è chi ha pensato di installarci display lcd che forniscono notizie di cronaca e risultati delle partite di baseball in tempo reale, i veri vincitori della sfida high tech sono i distributori automatici della stazione di Shinagawa. Gli infernali macchinari, muniti di microcamere, sono in grado di riconoscere il sesso e l’età approssimativa degli acquirenti, raccogliere i dati anonimamente ed elaborare in automatico ricerche di mercato, per poi suggerire ai nuovi clienti, dopo una semplice “occhiata”, il drink o lo snack da consumare. Probabile che presto potranno anche conversare coi viaggiatori, per intrattenerli mentre aspettano il treno.

fonte: http://www.independent.co.uk/life-style

1 Commento

Archiviato in Lifestyle, World

La dotazione del Nintendo 3DS

Nell’attesa di scoprire se la nuova console portatile di casa Nintendo sarà messa sul mercato prima della fine dell’anno, il sito specializzato IGN fornisce nuove indiscrezioni su quelle che dovrebbero essere le sue specifiche hardware. Secondo queste fonti, che restano anonime, il Nintendo 3DS sarà equipaggiato con due processori ARM11 266MHz, già utilizzati su iPhone e altri dispositivi, una GPU da 133Mhz, 4 Mb di VRAM dedicata, 64 Mb di memoria RAM e 1,5 Gb di memoria flash, espandibile grazie ad uno slot SD. Resta da verificare come gli sviluppatori renderanno l’esperienza del gioco in 3D autostereoscopico e se, come hanno anticipato, riusciranno ad eguagliare, ma su schermi più piccoli e con minore risoluzione, la fluidità grafica di PS3 e Xbox 360.

Lascia un commento

Archiviato in Gadgets, Games