Archivi tag: horror

Dylan Dog 291 ‘Senza trucco né inganno’, un remake di ‘The Prestige’

Con soggetto e sceneggiatura di Giovanni Di Gregorio e disegni  di Fabio Celoni, l’ultimo numero di Dylan Dog è fortemente ispirato a The Prestige, l’originale film di Christopher Nolan, e vede l’Indagatore dell’Incubo coinvolto nella faida in corso tra due prestigiatori, che si contendono la gloria come miglior mago si semrpe e le grazie di una bella assistente…

Come riportato nell’Horror club, l’albo prende spunto dal film “The Prestige”, di Nolan. Uno spunto corposo, aggiungo io… Una storia carina che sapeva di già visto, ma comunque gradevole nell’insieme. La storia ci porta nel mondo dell’illusionismo e della prestidigitazione – che solo per averla scritta voglio un aumento di stipendio – con due maghi da teatro che si fanno la guerra per cercare di affermarsi come “il migliore di sempre”, tutto ciò porta il nostro indagatore, ammaliato dall’ex valletta di uno dei due illusionisti… Read More

via DDComics

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Comics

‘Vanishing on 7th Street’, il mondo scompare nel buio

Detroit si ritrova immersa nel buio dopo un blackout. Ma è un buio che avvolge tutto, nel quale le persone scompaiono e per salvarsi devono cercare disperatamente fonti di luce. Vanishing on 7th Street è il nuovo interessante film horror di Brad Anderson presentato al Torino Film Festival. L’atmosfera richiama la tensione per un evento misterioso e mortale di E venne il giorno di M. Night Shyamalan, ma qui si vira decisamente verso l’horror classico, robusto e di qualità, mentre l’oscurità avanza senza sosta. Nel cast Hayden Christensen, John Leguizamo e Thandie Newton

Un fascio di luce da un proiettore e i titoli di testa del film che scorrono. È già il meccanismo/cinema che (si) svela direttamente (dal)la fonte della sua essenza: la luce. E guarda caso l’azione/narrazione parte subito in una cabina di proiezione, dove il proiezionista Paul (John Leguizamo) svolge il suo lavoro al buio. Poi poche scene da ordinario “american movie” che preludono il totale blackout: la luce non c’è più, il nero avvolge tutto… Read More

via Sentieri Selvaggi

Lascia un commento

Archiviato in Movies

‘The Ward’ di John Carpenter al Torino Film Festival

La bella Kristen, in stato di amnesia, si ritrova rinchiusa con altre ragazze in un sinistro ospedale psichiatrico, dove avvengono strani incidenti e fenomeni inspiegabili. Tra suoni spaventosi e misteriose scomparse, la notte sarà davvero lunga in The Ward, l’ultimo atteso film del maestro del terrore John Carpenter, una delle novità più interessanti del prossimo Torino Film Festival

The Ward l'ultima fatica di Carpenter sarà presentata al Festival di Torino Adesso ci siamo. Oggi è stata data la notizia che il film “The Ward”, ultima fatica del genio dell’horror, è stato acquistato dal BIM distribuzione, e sarà presentato al festival del cinema di Torino, rendendoci certi di una prossima uscita in Italia. Il film verrà presentato Domenica 28 novembre, per gli orari e il programma visitare il sito ufficiale (Link). L’ultima fatica del regista John Carpenter (Il signore del Male, Essi vivono, Il seme d … Read More

via JTZmovies

3 commenti

Archiviato in Movies

Vampiri nel collegio femminile in “The Moth Diaries” di Mary Harron

Un horror di ambientazione gotica, dal romanzo di Rachel Klein. Rebecca, studentessa di un elitario collegio femminile, reduce dal trauma subito per il suicidio del padre, tiene un diario dove scrive dei suoi segreti, della cotta per il professore di inglese, ma anche dei sospetti sulla nuova arrivata Ernessa, troppo misteriosa e troppo pallida, e forse anche poco viva…

The Moth Diaries, ora tocca alle vampire The Moth Diaries, il nuovo film della regista di American Psycho Mary Harron, per il quale non è stata ancora fissata una data d’uscita ufficiale, è stato presentato all’American Film Market 2010 e su bloodydisgusting sono già disponibili alcune immagini in anteprima che fanno respirare quella che sarà la sua atmosfera. Tratto dall’omonimo romanzo di Rachel Klein, il film è un horror gotico ambientato in un collegio femminile negli anni ’70. La s … Read More

via linkaland

Lascia un commento

Archiviato in Movies

The Shadow People, un indie horror

Risvegliatasi da un coma durato nove mesi, l’adolescente Bethany Rider comincia ad essere perseguitata da visioni demoniache e misteriose ombre nella notte. Come se non bastasse, una profezia contenuta in un libro di Satana svela alla nostra sfortunata teenager che sta portando in grembo un bambino destinato a diventare l’Anticristo. Ora Bethany dovrà cercare di impedire questa nascita, mentre le visioni diventano sempre più concrete e gli esseri nascosti nelle ombre continuano a tormentarla. Questa la trama di The Shadow People, un film horror indipendente attualmente in fase di postproduzione diretto e finanziato, a bassissimo budget, dal giovane Conrad Faraj, una storia di luci e di tenebre, ma anche un percorso di salvezza e dannazione. Attingendo a piene mani dai classici del genere, da Roman Polanski a William Friedkin, il film vuole essere un tributo, nelle intenzioni del regista, a un certo stile di fare cinema horror, ritrovando i meccanismi della suspense attraverso la narrazione e l’atmosfera. Sapremo presto se Faraj sarà riuscito nel suo ambizioso progetto, intanto su horror-movies.ca possiamo dare un’occhiata al teaser trailer appena rilasciato.

Lascia un commento

Archiviato in Movies

L’influenza di H.P. Lovecraft sui comics

Nel corso della West Hollywood Book Fair si è tenuto un dibattito con la partecipazione degli autori di fumetti Mike Mignola, Steve Niles e Hans Rodionoff, che hanno discusso dell’influenza esercitata da H.P. Lovecraft sugli horror comics. In particolare Hans Rodionoff, sceneggiatore della serie Lost Boys, ha ricordato il suo primo incontro col maestro, quando da piccolo, nelle serate al campeggio, sfidato da un amico di famiglia, si rannicchiò nel sacco a pelo e con l’aiuto di una torcia lesse uno dei suoi famosi racconti brevi. Fu l’inizio di una travolgente storia d’amore. Mike Mignola, l’autore di Hellboy, e Steve Niles, che ha scritto le storie di 30 Days of Night, hanno illustrato come l’esempio di Lovecraft sia stato fondamentale per le loro opere. Mignola ha evidenziato come lo scrittore di Providence abbia in un certo senso reinventato la paura, che prima aveva essenzialmente una matrice religiosa, dandole una veste mitologica, cosmica, incomprensibile e terrificante. Il lettore di oggi ha ormai acquisito una sorta di sensibilità lovecraftiana nell’approccio alle storie dell’orrore. Per Steve Niles soltanto il Richard Matheson di Io sono leggenda ha avuto un’influenza paragonabile a quella di Lovecraft, riconoscendosi in entrambi maestri quella capacità di sorprendere il lettore con situazioni troppo spaventose da immaginare. “I mostri classici” ha commentato Rodionoff “avevano regole di condotta, e anche modi nei quali poter essere uccisi, talloni di Achille. I mostri di Lovecraft no. Per lui non c’era alcuna forma di salvezza.” A quel punto Mike Mignola ha aggiunto: “La tua unica speranza con Lovecraft è che lui non si accorga di te!” Questo lo sapeva anche il nostro Dylan Dog, che più di una volta nelle sue storie ha reso omaggio al maestro del terrore.

fonte: www. comicbookresources.com

1 Commento

Archiviato in Comics

Halloween Horror Nights con Rob Zombie

Negli Universal Studios di Hollywood sono in corso le Halloween Horror Nights 2010, lo spettacolare evento ricco di attrazioni legate al cinema dell’orrore che durerà fino alla grande conclusione nella notte di Halloween. Una delle attrazioni che più stanno conquistando i visitatori è la Rob Zombie’s House of 1000 Corpses: In 3D ZombieVision, agghiacciante labirinto basato su La casa dei mille corpi, il film horror che ha lanciato la carriera da regista di Rob Zombie. Ai più coraggiosi, così incauti da esplorare il labirinto, vengono forniti occhialini per il 3D, con i quali poter vivere incontri ravvicinati con i più pericolosi serial killers, in un viaggio terrificante nel mondo del Capitano Spaulding, del Dr. Satan e di tutta la famiglia Firefly. Intanto il nostro Rob Zombie, che nonostante gli impegni cinematografici non ha mai abbandonato la sua carriera heavy metal, ha appena rilasciato un’edizione speciale del suo ultimo album Hellbilly Deluxe 2. Il box-set comprende un dvd col documentario Transylvanian Transmissions, che racconta il tour della band. Mentre il cd include tre nuove canzoni: Devil’s Hole Girls And The Big Revolution, Everything Is Boring e Michael, oltre a una nuova versione di The Man Who Laughs, incise con la collaborazione del batterista Joey Jordison, che in occasione del tour di aprile si era unito agli altri membri della band di Rob, il bassista Piggy D. e il chitarrista John 5.

fonte: http://www.roadrunnerrecords.com

1 Commento

Archiviato in Movies, Music