Archivi tag: indie

La Nuova Zelanda del 1984 e i sogni di un bambino in “Boy”, di Taika Waititi

Le bellissime spiagge di Waihau Bay, l’immaginazione di un ragazzino che sogna Michael Jackson e mitizza un padre delinquente e assente, l’estate del 1984 nella Nuova Zelanda rurale della costa est. Vi presento Boy, l’emozionante film di Taika Waititi

"Boy", i sogni di un ragazzo e l'estate neozelandese Waihau Bay, nei suggestivi scenari della costa orientale della Nuova Zelanda. Estate del 1984. Boy è un allegro ragazzino di 11 anni che vive in un piccolo villaggio con la nonna e il frattelino Rocky e che più di ogni altra cosa ama viaggiare con la fantasia. Ci sono due grandi eroi nella sua vita e uno di questi è Michael Jackson, l’idolo del quale riesce perfino ad imitare i passi di danza, in alcune scene deliziose che citano il video di Thri … Read More

via linkaland

1 Commento

Archiviato in Movies

Torna il “Sussidiario illustrato della giovinezza” dei Baustelle

Torna nei negozi il primo album dei Baustelle, quel Sussidiario illustrato della giovinezza che fece scoprire il gruppo senese alla critica e ad un selezionato pubblico underground, innamoratosi del loro stile originale e un po’ vintage…

"Sussidiario illustrato della giovinezza" ripubblicato dai Baustelle Il nome Baustelle fu scelto dal gruppo formato dai quattro studenti senesi sfogliando un dizionario italo-tedesco e il termine, che significa “cantiere”, esprime bene una certa sensazione di “lavori in corso” del loro primo disco, quel Sussidiario illustrato della giovinezza, quasi un concept album, autoprodotto con la collaborazione di Amerigo Verardi, che ripercorreva e ricostruiva con originalità 40 anni di musica pop. Il Sussidiario, pubblica … Read More

via linkaland

Lascia un commento

Archiviato in Music

The Shadow People, un indie horror

Risvegliatasi da un coma durato nove mesi, l’adolescente Bethany Rider comincia ad essere perseguitata da visioni demoniache e misteriose ombre nella notte. Come se non bastasse, una profezia contenuta in un libro di Satana svela alla nostra sfortunata teenager che sta portando in grembo un bambino destinato a diventare l’Anticristo. Ora Bethany dovrà cercare di impedire questa nascita, mentre le visioni diventano sempre più concrete e gli esseri nascosti nelle ombre continuano a tormentarla. Questa la trama di The Shadow People, un film horror indipendente attualmente in fase di postproduzione diretto e finanziato, a bassissimo budget, dal giovane Conrad Faraj, una storia di luci e di tenebre, ma anche un percorso di salvezza e dannazione. Attingendo a piene mani dai classici del genere, da Roman Polanski a William Friedkin, il film vuole essere un tributo, nelle intenzioni del regista, a un certo stile di fare cinema horror, ritrovando i meccanismi della suspense attraverso la narrazione e l’atmosfera. Sapremo presto se Faraj sarà riuscito nel suo ambizioso progetto, intanto su horror-movies.ca possiamo dare un’occhiata al teaser trailer appena rilasciato.

Lascia un commento

Archiviato in Movies

Christopher Walken nel cast di Dark Horse

Ci sarà anche Christopher Walken nel nuovo film di Todd Solondz (official site), che con Dark Horse sta realizzando un film sicuramente più leggero di Happiness o Perdona e dimentica, che avevano diviso la critica, affrontando tematiche come la pedofilia, la depressione e il suicidio. La trama di Dark Horse, prodotto dalla nuova etichetta indipendente Double Hope Films, si sviluppa intorno alle frustrazioni e alle speranze di un trentenne ancora profondamente immaturo, interpretato da Jordan Gelber, che vive ancora coi suoi genitori, Mia Farrow e lo stesso Walken, lavora senza grande entusiasmo per il padre e colleziona giocattoli. L’incontro con una sua coetanea (Selma Blair), che vive la sua stessa condizione di dark horse, un termine che in inglese indica una persona che non ha ancora svelato tutto il suo potenziale, spingerà il protagonista a dare una svolta alla sua vita, cercando finalmente di realizzare qualcosa di importante. Le riprese cominceranno questa settimana a New York e vedranno nel cast anche Justin Bartha, nel ruolo del fratello di Gelber, Zachary Booth, il suo accomodante cugino, e Aasif Mandvi, nella parte del “quasi” ex fidanzato della Blair.

1 Commento

Archiviato in Movies

It’s Kind of a Funny Story

“Il concept è una sorta di versione teen di Qualcuno volò sul nido del cuculo. Ma il tono è più simile a Breakfast Club.” La dichiarazione rilasciata ad Entertainment Weekly dal produttore Kevin Misher mi ha fatto ben sperare, trattandosi di due film che adoro. It’s Kind of a Funny Story, diretto da Ryan Fleck e Anna Boden, si preannuncia come una delle novità in uscita più interessanti nel panorama indie. Con Keir Gilchrist  nel ruolo di un sedicenne depresso ed ansioso che un mattino, prima che i genitori si sveglino, va a ricoverarsi in una clinica psichiatrica. Qui si ritroverà in mezzo a pazienti mentalmente disturbati e personaggi bizzarri, tra cui quello interpretato da Zach Galifianakis, che diventerà il suo mentore. Sarà un’esperienza che gli farà imparare molto sulla vita, sull’amore e sulle difficoltà del diventare adulto.

Lascia un commento

Archiviato in Movies