Archivi tag: sci-fi

Star Wars Detours, cartoni animati da una galassia molto lontana

Realizzata da George Lucas con la collaborazione di Seth Green e Matthew Senreich, Star Wars Detours è una nuova serie animata ambientata nel mondo di Star Wars. Collocata temporalmente tra gli episodi III e IV della saga cinematografica, Star Wars Detours avrà un’impostazione comedy e un tono leggero, per raccontarci la vita quotidiana in una galassia lontana lontana..

#funnyemails

George Lucas will be teaming up with ‘Robot Chicken’ creators Seth Green and Matthew Senreich to release a new comedy animated series based on the ‘Star Wars’ film franchise.

Called ‘Star Wars Detours’ the series will feature the original trilogy heroes and explore “what the daily life is like in a galaxy far, far away”, according to the producers.

‘Star Wars Detours’ will be set between the events of Episode III and Episode IV, with a completely comedic take on the ‘Star Wars’ universe.

View original post

Lascia un commento

Archiviato in Cartoons

Un ritorno al futuro hi-tech con la DeLorean da 500gb

La celebrazione dei 25 anni di Ritorno al futuro, dopo la giornata unica di proiezione al cinema, la riedizione della trilogia in Blu-Ray e il simpatico remake del trailer da parte di Michael J. Fox, ha finito per coinvolgere anche il mondo dell’informatica. Prodotta da FlashRods, arriva una fiammante DeLorean con hard disk e collegamento usb, una versione in scala 1:18 della macchina del tempo guidata da Marty McFly, al prezzo di 250 dollari e con una ‘cilindrata’ di 500gb…

A quale velocità bisogna andare per viaggiare indietro nel tempo? Facile, 88 miglia orarie. E a quanti giri al minuto? Secondo gli artigiani dell’elettronica di FlashRods la risposta è 5400. Questo almeno è quanto si può dedurre dalla loro replica in scala 1:18 della mitica Delorean di Ritorno al Futuro con hard disk da 500 Gigabyte incorporato. Il modellino corrisponde… Read More

via Geek and Chic

Lascia un commento

Archiviato in Gadgets

Alien Anthology in blu-ray e i ricordi di Sigourney Weaver

Mentre arriva nei negozzi un cofanetto che raccoglie l’intera saga di Alien in alta definizione, Ridley Scott progetta ben due prequel da realizzare in 3d e Sigourney Weaver, l’indimenticabile tenente Ripley, ci racconta aneddoti e retroscena di quei primi film che hanno ridefinito il concetto stesso di fantascienza…

Intervista a Sigourney Weaver Per l’uscita del cofanetto Blu-ray Alien Anthology siamo riusciti a incontrare la grandissima Sigourney Weaver, o se preferite il tenente Ripley. Un personaggio iconico che ha attraversato tutti i quattro capitoli di una saga ancora in divenire (lo sapete vero che il fratello meno furbo della famiglia Scott ha annunciato due prequel, no?) e che letteralmente ridefinito la fantascienza cinematografica. La cosa incredibile è che ancora oggi, a 31 a … Read More

via secondavisione

Lascia un commento

Archiviato in Movies

Gli alieni invadono il Messico in “Monsters” di Gareth Edwards

Un fotoreporter deve scortare la figlia del suo capo fino al confine con gli USA, fuori da un Messico invaso (e contaminato) da mostri alieni. Il film low budget di Gareth Edwards stupisce per la qualità visiva degli effetti speciali e per il sottotesto politico e morale, unito al tentativo di conferire una certa dose di realismo alla situazione postapocalittica…

Monsters, la più realistica delle invasioni aliene L’idea ambiziosa alla base di Monsters, il primo film da regista dell’esperto di effetti di speciali Gareth Edwards, è quella di rappresentare la più realistica invasione di mostri alieni mai vista sul grande schermo. Un realismo da non ricercare nella plausibilità biologica o nella spettacolarità degli effetti, ma nel tentativo di raccontare eventi ed effetti possibili che seguono un’invasione di forme di vita extraterrestre, discostandosi, anch … Read More

via linkaland

Lascia un commento

Archiviato in Movies

La Guerra dei Mondi di Orson Welles

Domenica 30 ottobre del 1938. Alle otto di sera i milioni di americani che stanno ascoltando la stazione radio della CBS vengono sconvolti da un’improvvisa interruzione dei programmi. Un grosso meteorite è caduto nei campi di una fattoria a Grover Mills, nel New Jersey. Dallo studio si collegano con un reporter giunto tempestivamente sul luogo dell’impatto, trovandovi un enorme cilindro metallico.  “Oh mio dio! Qualcosa sta strisciando fuori dalla zona d’ombra” urla il cronista allarmato “sembra un serpente e ce n’è un altro e un altro ancora. Sono tentacoli… ora posso vedere il corpo della cosa, è grosso e viscido, brilla nell’oscurità, ma la faccia… è indescrivibile. Posso a mala pena forzarmi a guardarla, è terribile!” Nel giro di pochi minuti gli ascoltatori vengono a sapere che i Marziani sono alla guida di macchine da guerra, hanno sparato con delle armi a raggi sulla folla di curiosi, annientato migliaia di soldati della Guardia Nazionale e liberato un gas velenoso dell’aria, mentre giungeva la notizia di altri cilindri atterrati a Chicago e St. Louis. Fu abbastanza per scatenare il panico, la gente scappò dalle case lasciando la radio ancora accesa e riversandosi in massa sulle strade per fuggire agli invasori alieni. In tanti chiesero alla polizia maschere antigas per proteggersi e alle compagnie elettriche di spegnere tutte le luci, per potersi nascondere. Una donna irruppe in una chiesa di Indianapolis durante una funzione gridando “New York è stata distrutta! E’ la fine del mondo! Tornate a casa e preparatevi a morire tutti!” Solo quando la notizia del panico diffusosi nella nazione raggiunse gli studi radiofonici, Orson Welles intervenne ai microfoni ricordando a tutti che si trattava solo di finzione, una drammatizzazione per la radio della Guerra dei Mondi di H.G. Wells. In realtà la CBS lo aveva annunciato, ma fu una serie di circostanze a scatenare l’equivoco. Per conferire una buona dose realismo alla rappresentazione, Orson Welles, allora una giovane promessa della radio, usò sofisticati effetti sonori e riuscì a dosare la suspense con abilità, simulando l’interruzione di un programma musicale con gli annunci frammentari dell’invasione in atto. La maggior parte degli ascoltatori non poteva sapere che si trattava di una fiction, dal momento che in molti si erano sintonizzati sulla CBS solo dopo il seguitissimo programma del ventriloquo Edgar Bergen sulla NBC, quando in pratica la rappresentazione orchestrata da Orson Welles era già in onda. Quando tutto fu chiarito una commissione federale aprì un’inchiesta e Welles temette seriamente che la sua carriera potesse esserne pregiudicata, ma le cose andarono diversamente. La pubblicità intorno all’evento lo rese molto popolare, tanto che dopo poco tempo stipulò il contratto con gli Studios che nel 1941 gli permise di realizzare il film Quarto Potere, uno dei più grandi capolavori della storia del cinema.

Lascia un commento

Archiviato in History, People